Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

L’esclusione dei Rom ha i suoi costi… anche in termini economici

Postato da on Apr 13th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

rom868Secondo uno studio condotto dalla banca mondiale, l’economia di tutti i paesi europei registra annaulmente forti perdite, in termini di produttività, causate dall’esclusione dei Rom dalle attività normalmente accessibili agli altri cittadini.

L’indagine ha rilevato che la maggiornza di essi, pur in età lavorativa, si trova in assenza delle competenze necessarie per accedere al mercato del lavoro, disponendo, peraltro, di un bassisssimo livello di istruzione che pregiudica ulteriormente la possibilità di trovare occupazione.

Ad esempio, è stata stimata una perdita annua in Serbia pari a circa 58 milioni di euro, che diventano 328 milioni nella Repubblica Ceca e addirittura 526 in Bulgaria.

Ted Ahlers, Direttore delle strategie e delle operazioni per l’Europa della Banca Mondiale, pur riconoscendo i progressi compiuti nell’ambito delle politiche di inserimento, ha, comunque, sottolineato che è ancora alto il tasso di esclusione della comunità Rom dalle opportunità riservate agli altri cittadini, ribadendo che la promozione di un processo di inclusione è una questione importante non solo sotto il profilo dei diritti umani, ma anche da un punto di vista economico.

Incentivare l’istruzione è la strategia migliore per colmare il divario.

Fonti: The World Bank


Leggi Ancora

Lascia una risposta