• Maggio 20, 2024 5:12 pm

Il periodico

Ripetizioni e Corsi online

Un team di scienziati del Salk Institute for Biological Studies, e due istituzioni svizzere l’Ecole Polytechnique Federale de Lausanne (EPFL) e l’ University of Lausanne si sono riuniti per un’incredibile ricerca. Hanno scoperto un minuscolo inibitore che potrebbe essere responsabile della forza dei nostri muscoli. Dallo studio del genoma regolatore (NCoR1), gli scienziati sono in grado di modulare l’attività di specifici geni, creando una forza straordinaria nei topi che avevano una forza muscolare normale. “Ci sono ora nuove strade per produrre farmaci per le persone che non posso fare esercizio fisico come per chi è obeso o soffre di altre patologie, come il diabete, la fragilità o l’immobilità”, dice Ronald M. Evans professore che guida la ricerca. “Possiamo creare collegamenti nei muscoli per dare benefici, in questo caso ai topi sedentari”. Con questa mutazione genetica i topi corrono molto più velocemente e più a lungo prima di mostrare segni di affaticamento. Esami al microscopio inoltre hanno confermato che le fibre muscolare dei topi geneticamente modificati sono molto più massicci e le cellule nei tessuti contengono un numero più elevato di mitocondri, cellule che rilasciano energia ai muscoli. Stessi risultati anche sui vermi, questo hanno concluso gli scienziati potrebbe essere applicato ad una larga scala di creature. Inoltre questo potrebbe essere usato per combattere la debolezza muscolare in età avanzata e soprattutto aiutare la ricerca sulla distrofia muscolare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.