Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Post taggati con la parola: ‘ricercatori’

Scalare l’Everest? Da oggi basta avere una buona connessione internet

Scalare l’Everest generalmente richiede mesi di allenamento e molta determinazione, ma grazie alle ricerche di un gruppo di scienziati italiani da oggi potrete avere un assaggio delle bellezze e della sensazione che si prova stando sopra uno dei picchi più alti del mondo. I ricercatori hanno installato sopra il K2 una telecamera particolarmente resistente, in […]

I Vichinghi arivarono in America grazie ad una misteriosa pietra solare

I vichinghi sono stati il primo popolo che è riuscito a navigare gli oceani e ad arrivare in America. Gli studiosi sanno che la loro navigazione era orientata dalla posizione del sole, tuttavia questa informazione non è sufficiente per spiegare come siano riusciti a non perdere la rotta e ad attraversare l’Oceano Atlantico  in condizioni […]

Prof. Paola Muti “intervista” il Prof. Micheal Sporn

Un incontro speciale tra il Direttore scientifico dell’Ire, la Prof.ssa Paola Muti con il Prof. Micheal Sporn del Dipartimento di Farmacologia e Medicina della Medical School di Hanover, New York. Dopo i tanti appuntamenti con i ricercatori dell’IRE, in cui vi abbiamo parlato dell’importanza della prevenzione, dell’innovativa chemioprevenzione ed anche oggi ne parliamo con il […]

Passi avanti nello studio del cervello

Il cervello deve essere allenato costantemente affinché la memoria rimanga vivida anche in tarda età. Tuttavia dice la scienza è necessario mantenere uno stile di vita sano, dormire a sufficienza, mangiare bene, ed evitare sostanze che assunte in quantità eccessiva possano produrre danni. Ma non è tutto qui fanno sapere i ricercatori della Standford University […]

Individuata la molecola responsabile del dolore a seguito di ustioni

  Individuata la molecola responsabile del dolore associato alle scottature della pelle, si chiama CXCL5, è una proteina coinvolta nella risposta immunitaria all’infiammazione. La scoperta è stata fatta da un equipe di ricercatori del King’s College of London, pubblicata poi sulla rivista Science Translational Medicine. I ricercatori hanno esposto un gruppo di volontari ai raggi […]

Individuato nuovo farmaco per la prevenzione di infarti

Individuato un nuovo farmaco in grado di prevenire l’infarto. Lo studio è stato condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università di Sheffield sotto la guida del Professor Robert Storey, su un campione di circa 18mila pazienti individuati in ben 40 Paesi differenti. Il farmaco utilizzato nei trattamenti standard, ha grosse probabilità di risultare inefficace in […]

Tsunami nel mediterraneo:è uno scenario probabile

In Giappone uno scenario da fine del mondo: onde alte fino a venti metri, il terremoto che lo precede raggiunge gli 8.9 della scala Richter. La costa Nord-Est del Giappone in pochi minuti viene devastata da un terribile terremoto e da uno tsunami. Migliaia di vittime e intere cittadine distrutte e altre abbandonate in una […]

Nuove prospettive per la fertilità delle giovani pazienti oncologiche

Si è appena conclusa la presentazione della Banca del Tessuto Ovarico, Istituita all’interno della Banca del Tessuto Muscolo Scheletrico della Regione Lazio. Presenti i rappresentanti delle due istituzioni che hanno fortemente favorito la realizzazione del progetto : la Presidente della Regione Lazio, che ha inserito nella programmazione sanitaria regionale la Banca del Tessuto Muscolo Scheletrico […]

Il miele di mirto australiano per combattere le infezioni

Nei dolci o nelle insalate, per esaltare il sapore di certi formaggi oppure per addolcire qualche bevanda troppo amara; comunque la metti, un pizzico di miele ci sta bene. E se sin da bambini ci hanno insegnato che quando la gola brucia e si abbassa la voce un buon chiucchiano di miele può essere d’aiuto, […]

All’origine del sonnambulismo un difetto al livello del cromosoma 20

Si alzano dal letto in piena notte, camminano per i corridoi di casa, magari dopo essersi addirittura vestiti, eppure il mattino seguente non ricordano niente: succede alle persone che soffrono di sonnambulismo. E se fin qui la cosa potrebbe anche far sorridere, il divertimento viene meno quando si considera che i soggetti in fase di […]