• Agosto 11, 2022 7:39 pm

Il periodico

Ripetizioni e Corsi online

Ingredienti: cellule staminali di suino e feti di cavallo; questi sono i principali elementi necessari alla produzione di un hamburger in laboratorio, realizzabile alla modica cifra di 250mila euro. L’esperimento pubblicato sul News Scientist magazine, è stato portato avanti da un team dell’Università di Maastricht. Mark Post, alla guida del gruppo, ha dato l’annuncio, specificando che entro il prossimo anno si potrà arrivare ad un prodotto abbastanza soddisfacente da rivoluzionare il mercato alimentare. Il ricercatore si è soffermato sugli aspetti positivi dello sviluppo di questo tipo di alimentazione, evidenziandone i benefici, come ad esempio la diminuzione degli allevamenti animali e quindi l’abbattimento di miliardi di tonnellate di anidride carbonica, la restituzione di migliaia di ettari di terreno, e la certezza di generi alimentari nonostante l’aumento della popolazione mondiale. A tutt’oggi l’esperimento è lungi dall’essere compiuto, il primo mini hamburger realizzato è bianco a causa dell’assenza di sangue e mioglobina, ed in quanto al sapore non sono state divulgate informazioni.

Fonte: Repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.