• Agosto 15, 2022 1:19 am

Il periodico

Ripetizioni e Corsi online

La notizia proviene da un articolo pubblicato sul Journal of Neural Engineering, un gruppo di ricercatori ha realizzato una protesi in grado di restituire ad un soggetto un informazione precedentemente appresa, ma successivamente dimenticata. L’esperimento è stato condotto su una serie di topi, la cui memoria a breve e lungo termine era perfettamente funzionante. Gli scienziati hanno indotto con uno specifico trattamento farmacologico una sorta di amnesia nella memoria dei topi, che non ricordavano più una certa funzione precedentemente insegnatagli dai ricercatori. Ai topi era stato insegnato a premere due pulsanti, prima uno e poi un’altro dal quale ricevevano una ricompensa, i topi pur non sapendo di dover premere il primo tasto lo facevano comunque, ma dimenticavano di averlo fatto dopo appena dieci secondi. Questo apparecchio faceva leva, attivandola, sulla funzione del cervello che consente di far passare un’informazione dalla memoria a breve termine a quella a lungo termine, restituendo ai topi le funzioni bloccate chimicamente. L’esperimento potrebbe avere implicazioni sensazionali nella cura dell’Alzheimer  dove la memoria compromessa è proprio quella a breve termine. Certo il Cervello umano è molto più complesso di quello di un topo, ma è comunque un bel passo in avanti.

Fonte: lescienze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.